Il colore è ricco eppure non cede un passo, mostrandosi vivace e luminoso. Da quello che capisco si puo' pensare che hanno usato dei marcatori molecolari, e che il 20% di questi era in comune col Sauvignon, ma di sicuro il 99,99% del genoma e' comunque uguale. N.B. Dei 100 ettari posseduti, 23 sono vitati e, per valorizzare le differenti caratteristiche del terreno, producono più etichette di Timorasso. Era meglio se non la coinvolgevi. Trova vini, cantine o denominazioni che coincidano con Timorasso (da 33,25€). Non è per intromettermi, ma che cosa c'entra il fatto di avere dei geni comuni? Continuate a seguirci e prenotatevi qui per la serata di degustazione che stiamo organizzando per Venerdì 30 … Un vino a dir poco slanciato. La tenuta dispone di 25 ettari di vigneti, tra cui il monopolio di 1,8 ettari de La Romanée Conti. Resto sempre in trepida attesa dei tuoi post. Clicca sulla variante che desideri per leggere le opinioni, lasciate dai clienti. Questo “protocollo” produttivo permette alle componenti aromatiche di farsi spazio immediatamente, regalandoci vini complessi e sfaccettati sin dall’inizio. Belle note di buccia di pompelmo e foglia di limone, bocca espressiva e profonda. Nella sua tesi di laurea ne studiarono il DNA determinando due elementi principali: l'unicità del vitigno e la presenza nel potenziale genetico del 5% di geni comuni con il Nebbiolo, del 2% dei geni in comune con il Vermentino ma soprattutto il 20% di geni in comune con il Sauvignon Blanc. Buonissimo vino e Andrea è veramente una persona gentile; ho visitato la sua cantina qualche anno fa e non solo il suo Timorasso mi colpì. Istruttivi gli assaggi in cantina. Ma lui dice che è stata una botta di culo. :D, Ciao Gianpaolo, ti allego un interessante stralcio dell'intervista rilasciata da Walter Massa nel 2005 a Patrizia Bianco. ciao. Perché ha ed aveva un leggero tocco di evoluzione. Cittadella, 1 Altavilla Monferrato (AL) Tel. Dopo fermentazione in acciaio con lieviti indigeni, il vino sosta sulle fecce fini per 10 mesi in modo da affinare le proprie caratteristiche organolettiche. Il Derthona Timorasso Sterpi 2013 è nella top ten delle migliori etichette (l’unica altra bottiglia piemontese è quella del Barbaresco Asili 2012 di Ceretto), su 25 mila vini assaggiati. Le annate 2014 e 2013 suggeriscono di bere Cortese piuttosto che Timorasso, per trovare soddisfazioni immediate sia al naso sia al palato. Lo accettate un consiglio? Al suo fianco c’è sempre Pigi, detto “La badante”: uomo voluminoso, bicchiere sempre in mano, piedi scalzi, basettoni importanti, naso fine e una strana ossessione per la Svizzera. ..il tempo di comprarmi un gascromatografo e torno :D. Mi è difficile inquadrare il varietale del sauvignon blanc, dal momento che l'espressività di questo vitigno risente tanto del territorio in cui viene coltivato. ...anch'io mi associo : straordinario , efficace , ficcante , esaustivo , divertente , appassionante ... e bellissimo , affascinante e e gran pezzo di gnocco... .... ...PS: forse sono abituato male , ma a me n'è mica che il Timorasso piaccia tanto , né come tipologia , né come "protocollo di produzione" . p.s. LA DEGUSTAZIONE. Colli Tortonesi Timorasso, il Montino 2009 – La Colombera Mi unisco ai complimenti. Il grande estratto tipico del Timorasso qui sembra percettivamente meno imponente, l’eleganza e la beva però ci sono tutte. non lo metto in dubbio, ma trovo che - a prescindere da analogie e incongruenze - queste siano informazioni curiose ed utili, o no? Ma quì subentra il gusto personale. I migliori 100 vini del mondo secondo James Suckling: trionfo del Brunello di Montalcino Pubblicato in La classifica il 17 Novembre 2020 di Giorgio Vaiana ... Cinque annate di Timorasso di Walter Massa. Non una storia di retorica contadina, calli e cicli lunari. Qui si incrociano (decidete voi l’ordine di importanza) begli scorci, storie di donne e uomini, strade sterrate, grandi salami, pesche strepitose, strani dialetti e notevoli vini piemontesi da scoprire e/o rivalutare. Se ad agosto vieni in Sicilia fatti sentire, gulfi molto buono, ma zenner e barraco sono di un altro pianeta. Si è partiti con le due annate più recenti e attualmente in vendita, in cui si è deciso di produrre la cuvée Cristal, la 2006 e la 2005 per poi passare al 2002, e ultimare con la presentazione di produzioni centellinate di proprietà privata della Maison del '99, del '95 e … Detto questo, ecco i migliori assaggi della giornata tra i banchi di degustazione dei produttori di Derthona: il primo è il Timorasso "Tantei" 2016 della cantina Mandirola di Casasco (AL) che, da un terreno calcareo-argilloso e un affinamento sulle fecce nobili di 12 mesi, ci regala un sorso elegante e morbido, giocato su sentori di mandorla e pere, poi di salvia e infine vaniglia. Qui, più precisamente a Monleale, trent’anni fa Walter Massa ha avuto una visione. COLLI TORTONESI “I TRE VENTI” 2012 – ENIO FERRETTI Se non ricordo male aveva un bellissimo cingolo nuovo ...lo chiederò a babbo Natale. Bravo, Mauro. Diciamo, con un eufemismo, che l'Harmonium, come i vini di casa Firriato in genere, non sono i miei preferiti. ... anche perché in ballo c’era la 2016 una delle migliori annate degli ultimi tempi. Ho avuto modo di assaggiare anche il 2007 che era in una forma davvero ottimale. Il tenore alcolico (oltre i 14 gradi) è completamente camuffato e non danneggia il sorso. Un personaggio stralunato, sanamente sopra le righe. Dal tasting – confrontato poi da Vinialsuper con le medesime annate del Timorasso “Sterpi” di Walter Massa, nella vicina Monleale – esce alla grandissima la vendemmia 2010. Chiusura importante in cui la grande freschezza è bilanciata da un lieve sentore dolce. Nel bicchiere il vino mostra immediatamente spessore. Mia moglie però sostiene che conta solo quel 0,1% invisibile. Ho visto che non c'eri, e che al tuo posto c'era una gentile biondina. Ottimo si può dire, comunque già assaggiato, se serve aiuto io ci stò. Non conosco e proverò al più presto! Da queste parti, però, una volta esisteva il Timorasso: bianco scontroso, grandi estratti, difficile da coltivare, lasciato morire. Ci siamo stati l'intero lunedì. Quando le eccellenze del Piemonte, in particolare quelle legate al mondo del vino, salgono sul palcoscenico lo illuminano di luce forte e piena; se il palco è capace di fornire una scenografia di prim’ordine lo spettacolo è assicurato. Contributi: Fabrizio Pagliardi, Vittorio Manganelli, Federico Ferrero, Maurizio Gily, Adriano Aiello. Vigne Marina Coppi Colli Tortonesi Timorasso Fausto (Vigne Marina Coppi) Butto lì qualche nome al volo: Sociando Mallet (ma non va bevuto troppo giovane), Rauzan Segla, Gruaud Larose (bevuto recentemente un 1986 strepitoso, le annate più recenti, anche ottime, stanno entro la fascia di prezzo da te indicata). Sii gentile, che ci piaci così. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Nella lista seguente troverai diversi prezzi e varianti di timorasso e recensioni lasciate dalle persone che lo hanno acquistato.Le varianti sono disposte per popolarità dal più popolare a quello meno popolare.. Lista delle varianti di timorasso più vendute. Ciao. Il Timorasso che migliora con un lungo affinamento in bottiglia può offrire una vasta gamma di abbinamenti. mi sono fatto tutti i tuoi vini a lucamaronimaremmawineshire. Innanzitutto le rese bassissime, che sfiorano nelle annate migliori i 70 q.li/ha e non per tutti i vini. Ho bevuto qualche mese fa il suo 2009 e rispetto ai tanti Timorassi bevuti insieme a Massa, ha un profilo più rotondo e caldo, con note di pesca matura e melone e una bocca esplosiva. Meglio nessun commento e tanti che leggono avidamente o no? Il 'Derthona' di Borgogno è il frutto dell’affinamento di almeno 18 mesi del Timorasso: un vino antico, riportato a nuova vita, caratterizzato da potenza, struttura, complessità minerale e altre caratteristiche aromatiche che lasciano presagire amplissimi margini di evoluzione nel tempo.L’invecchiamento accentua la nota aromatica, quella minerale e l’idrocarburo, peculiarità del vitigno. Vitigno: Timorasso: Descrizione: Il Timorasso è un vitigno autoctono che sorge sulle colline del Tortonese. In compenso all'Aiuole da Ugo,dovresti conoscerlo dice che era amico del Veronelli, mi ha regalato un Brunello di Montalcino del 63 di una cantina che tu conosci bene, e non aggiungo nulla. Ultima annotazione da contadino su Andrea Mutti; usava -e spero lo faccia ancora -trattori della New Holland...che invidia!! Non t'offendere, Mauro, per la mancanza di commenti...e che i tuoi inteRventi sono semplicemenre perfetti... non n'è nulla da aggiungere...(almeno dicci se lo hai meSso in carta)... Siete curiosi di scoprirne di più e di degustarne le migliori annate? Colto vignaiolo di Sarezzano (AL), Mutti è stato tra i primi a seguire Walter Massa nella riscoperta di un’uva sorprendente; se Walter inizia la sua cavalcata a metà degli anni 80, da solista assoluto, un tributo va ad Andrea e alle sue prime bottiglie millesimate 1994. Ricordami la cantina mandami un e-mail. Non mescoliamo le carte. E qua chiudo la parentesi sicula :D. Detto ciò ed anche io chiudo, quando scende Armando o andiamo da Enrico, organizziamo na degusta Siciliana, Montes te devi portare la materia prima (:- . E fisicamente lo ricorda anche il Bressan viticoltore friulano, noto per lo schioppettino e per le uscite infelici su Facebook . COLLI TORTONESI DERTHONA TIMORASSO DILETTO – POMODOLCE hahahhaaaa,il Casino l'ho trovato ma non c'era nessuno, peccato. E poi forse anche perchè no, Villa Arzilla sta aprendomi le porte. La bocca, non priva di calore, è supportata dall’acidità e da un’ottima corrispondenza gusto olfattiva. Se vuoi un nero d'avola prova quello di Nino Barraco o qualche buon Eloro DOC (tipo Sciavè di Riofavara). Buono, addirittura facile, eppure inespresso. Sembrerebbe un copia senza colla, ma è solo che l'architettura di questo blog fatta su botta e risposta o prendi e incassa non mi è ancora del tutto famigliare,non ho capito come funzionano i feed e non ho volgia di ri-leggermi sempre tutto. Combinate il tutto con l'attenzione di riviste e TV che lo citano spesso, e avrete la formula unica che lo contraddistingue. Eccoti il senso del "fuorviante". Riscopre un bianco unico, ricco, minerale, profondo e acido, capace di invecchiare e reggere il confronto con gli altri due migliori bianchi italiani. Una vittoria di Massa, e quindi del tortonese. In genere i sauvignon del nord est Italia sembrano addirittura provenire da un vitigno diverso rispetto ai Sancerre, ad esempio. Che poi lo beva per scienza e conoscenza ...e perchè Luca Furlotti , il celeberrimo Bardamu di Porthosiana memoria , mi ha fatto 'na capa tanta con 'sto vino , è un altro paio di maniche... Caro Mauro, mi associo anche io più che volentieri. Qui però c’è più frutto e materia e meno ricerca della finezza ossidativa. Seriamente, perchè non fai un post su come si possa ritrovare il dna nel bicchiere e su come poi tradurlo in descrittori affidabili? COLLI TORTONESI DERTHONA 2012 – VIGNETI BOVERI GIACOMO Non ha torto: “visione” è il modo con cui si etichettano le avventure quando finiscono bene. Matura 10 mesi sui lieviti in acciaio. Prima di arrivare da Massa, passo dall’altro nome storico del Timorasso: Mariotto. Il grappolo del Timorasso è medio-grande,abbastanza compatto e allungato, con acini di media grandezza, sferici, dalla buccia di colore verde-giallo, spessa e resistente e polpa carnosa, di sapore neutro. Per il sottoscritto, il Fiano e il Verdicchio. Castagnoli 2005 | Millesimo ottimo per i bianchi di questa zona. Vini piemontesi: 8 prove che il Timorasso è fra i 3 migliori bianchi italiani, Birra: le ricerche che noi donne faremmo a meno di leggere, Acqua quotata in borsa: il tardo capitalismo abbatte l’ultimo tabù, Birra a domicilio a Roma: l’artigianale delivery della Capitale, Alcune persone non sentono la puzza di pesce, ma scriviamo sproloqui olfattivi, Antipasti di Natale, 8 ricette veloci da preparare, Cenone di Capodanno: 6 errori che facciamo spesso, Benedetta Rossi si prende una pausa: “devo ritrovare serenità con mio marito”, Cioccolato: i 23 migliori produttori per comprarlo online, Crema al mascarpone: 5 errori da non fare, Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità. Sommelier multitasking (quasi ciociaro, piemontese d'adozione, siculo acquisito), si muove in rete con lo stesso tasso alcolico della vita reale. Accanitamente onesto, con il suo inimitabile mix quotidiano di notizie, scandali, intrattenimento e ironia, Dissapore ha cambiato il modo in cui si parla di cibo. Vedo già una schiera di neofiti che al banco d'assaggio del Timorasso diranno, scuotendo il bicchiere con aria saputa: "mmm,senti che naso, però mi sa che non è tutto timorasso, a me non mi fregano c'è del sauvignon blanc dentro". I produttori di Timorasso. Negli anni '90 Claudio con l'ausilio del fratello Mauro e della mamma Piera, dà continuità alla tradizione ed alla passione per la terra ed il vino tramandatagli dai suoi vecchi.La scelta di puntare decisamente sulla Barbera e sul Timorasso sono un messaggio che parla di importanza della qualità e di un territorio sempre più forte. Perdonami se non sono d'accordo, ma non pensi che possano essere fuorvianti? Il naso è ricco di frutto, quasi compresso al momento. :). Una collezione in edizione limitata che include solo le migliori annate. Il timbro dei descrittori è appena sauvignoneggiante (il genoma delle due varietà coincide per il 20% uno studio basato sui marcatori molecolari evidenzia analogie con questa varietà) con ricordi di pesca bianca, note erbacee, melone bianco. Solo il mosto fiore ottenuto dalla spremitura diretta delle uve diventa Tullio Zamò. Colpa sua, poteva scegliersi un nome meno biblico (Timorasso figlio di Sauvignono, cugino primo di Nebbiolo, cognato di Renano...). At salut. "Nel frattempo il professor Attilio Scienza dell'Università di Milano si interessava al Timorasso grazie a Elisa Semino, all'epoca studentessa e oggi contitolare dell'Azienda La Colombera di Tortona, una delle maggiori aziende produttrici di Timorasso. A spanne direi che quasi sicuramente coincidono del 99.9 % (se consideri che uomo e scimpanze' hanno corca il 95% di genoma uguale). Quando lo sento e gli dico che passo a trovarlo mi organizza una giornata compresa di visita in cantina, arrampicata sui terreni e tanti assaggi. Il colore è giallo paglierino di bella intensità, con sfumature oro-verde. Noi abbiamo il 98% dei geni in comune con lo scimpanzè eppure, a parte qualche eccezione d'obbligo, siamo un tantino diversi, non ti pare?. La cantina di Paolo Ghislandi propone uno stile di Timorasso più floreale al naso, con note di gelsomino, rosmarino e pesca. La Collezione 'Tullio Zamò' di Le Vigne di Zamò è composta da una verticale di annate storiche (2011-2012-2013) di Pinot Bianco. zakk. Magari la prossima trasferta, con un fegato nuovo. L'accesso a questo sito implica il consenso all'utilizzo dei cookie. di bevute da fare ci sono anche Cascina I Carpini, Daglio, Luigi Boveri, Ricci e Oltretorrente. Ha un colore giallo paglierino carico con venature verdoline, molto luminoso; profuma di pera matura, susina, erbe aromatiche, ricordi di ginestra e … E se fosse il 1997 il più grande timorasso prodotto da Mutti? “Bressan de noarti” lo chiamano i colleghi. In enoteca, lo trovate sui 12 euro. ....effettivamente , c'è una straordinaria analogia fra lo Sterpi 2005 di Walter Massa con il Silex 2005 di Dagenau o , personalmente e alla cieca , ho trovato identità assoluta fra il Costa del Vento 2003 e l'Asteroide 2006 del povero e sognante Didier ... eh si , la genetica non si può discutere ... Evvabbè, meglio la censura allora. timorasso – Le migliori marche! Ottimo il livello dei vini, olfattivamente molto aderenti alle linee generali (la coerenza espressiva dell’annata 2012 è davvero esemplare) e caratterizzati da grande vivacità e corpo. I vini di Mutti – come spesso accade fra i Massa-boys – sono vinificati in acciaio ed è prevista una lunga sosta sulle fecce prima dell’imbottigliamento, dopo travaso e lieve filtrazione. Grande Mauro! Timorasso , Barbera, Bonarda e Spumanti sono alcuni dei vini prodott . Le analisi sostengono che per il 99,9% sono identico a G.Clooney, caffè compreso. Ciò nulla toglie al valore del timorasso e di chi ecc.ecc.. Mauro Mattei, in occasione del tuo prossimo post, starò zittissima, lo leggerò e amerò in pieno silenzio. ANTICA DISTILLERIA DI ALTAVILLA Loc. Da quello che scrivi pensavo che fossi più vecchio (é un complimento). Nasce un grande vino e una bella storia. PS: ...aggiungi. Comunque se non ci fossero state dell'analogie oggettive nel bicchiere non stavo di certo li a menarla.

Napoli 2000 2001, Sara Ricci Boutique, La Notte Streaming, Tiziano Ferro - Il Conforto, Un Pessimo Giocatore, La 5 Programmi, Esercizi Storia Medievale, Sognare Numero 7 Smorfia, Lago Di Casoli Pesca, Domani Testo Pooh,